Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘eventi’

Nata dalla volontà dei fondatori di http://www.polaroiders.it , Carmen Palermo e Alan Marcheselli, la Collezione raccoglie un estratto dei quattro anni di storia del social network italiano dedicato alla fotografia istantanea. Un percorso che nasce con le ultime pellicole Polaroid disponibili sul mercato e prosegue con immagini realizzate con le nuove Impossible.

La collettiva verrà esposta mercoledì 2 aprile presso lo Spazio Imago di Pescara.

1911704_486985931423504_1157587597_n

I fotografi rappresentano un gruppo eterogeneo sia in termini di età che si sviluppa dai 15 ai 60 anni, sia in termini di esperienze e approccio alla fotografia. Questi i nomi dei POLAROIDERS:

Daniele Need Mariani
Menico Niki Snider
Federica Abate
Silvano Peroni
Gianni Grattacaso
Silvia Ianniciello
Franco Mammana
Mario Ceppi
Bizarre Mind
Massimo Dotti
Four Lines
Luca Giaretta
Mariano Biazzi Alcàntara
Paolo Tisato
Christian Sorrentino
Massimiliano Lardi
Alan Marcheselli
Michela Scagnetti
Caterina Filippi
Matteo Rosso
Enrico Borgogni
Andrea Tonellotto
Luca Di Murro Superfoto
Carmen Palermo
Cristian Gelpi
Luca Zanella
Latte Amaro
Luca Peroni
Christian Ghisellini
Lucia Semprebon
Marco Ragana
Giacomo Inches
Silvia Giorgis

10003979_486985784756852_1011792012_n

Read Full Post »

Sabato 28 e domenica 29 settembre non perdetevi la Polaroiders collection, esposta al Frame Foto Festival di Salsomaggiore.

1001257_10201281313413143_327885709_n

Gli artisti della Polaroiders Collection in mostra a FRAME:

Giacomo Inches

Caterina Filippi

Mariano Biazzi Alcantara

Massimo Dotti

Menico Snider

Silvia Ianniciello

Silvia Giorgis

Paolo Tisato

Carmen Palermo

Gianni Grattacaso

Four Lines

Ghisellini Chrisitian

Cristian Gelpi

Silvano Peroni

Luca Peroni

Luca Giaretta

Lucia Semprebon

Federica Abate

Franco Mammana

Massimiliano Lardi

Alan Marcheselli

Christian Sorrentino

Bizarremnind

Matteo Rosso

Andrea Tonellotto

Mario Ceppi

Michela Scagnetti

Marco Ragana

Enrico Borgogni

Latte Amaro

Luca Zanella

Non perdetevi l’occasione di ammirare la collezione delle polaroid più belle di sempre della nostra community!

Read Full Post »

Sabato 11 maggio, si è svolta la quarta edizione di “UN SORRISO PER TUTTI 2013” presso il centro espositivo Lariofiere di Erba (CO), a cura dello Studio Rossini Odontoiatri. In questa occasione, ha avuto luogo la premiazione dei vincitori del contest “L’EROSIONE“, organizzato in collaborazione con Polaroiders.it  e l’Impossible Partner Store di Maranello e l’esposizione delle opere vincitrici con una selezione di quelle che hanno partecipato al concorso.

La giuria, composta da Carmen Palermo, Alan Marcheselli e Dante Rossini, dopo  lunga e ponderata riflessione, ha decretato vincitori:

1° posto: Eleonora Panzeri (Bicicletta Verde)

2° posto: Silvia Giorgis

3° posto: Luca Zanella

Si sono aggiudicati parimerito il 4°,5°, 6° posto in rigoroso ordine alfabetico :

Luca Di Murro

Franco Mammana (Kite)

Samuele Sirello

Hanno ricevuto in premio:

Primo Classificato: 20 Film Pack Impossible  PX680 color protection
Secondo Classificato:15 Film Pack Impossible  PX680 color protection
Terzo Classificato: 10 Film Pack  Impossible  PX680 color protection
Quarto, quinto e sesto Classificato: 05 Film Pack Impossible  PX680 color protection

Per chi non era presente all’evento, eccovi le foto a cura di Luca Zanella e Giacomo Inches:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo slideshow richiede JavaScript.

***

Se vi è piaciuto tutto questo e pensate di avere la stoffa per i concorsi di Polaroiders, vi ricordiamo che fino al 19 maggio è ancora possibile partecipare al contest Impossible Postcard! Cosa state aspettando?, mancano pochi giorni!

Read Full Post »

Sabato 13 aprile, ore 16:00, presso la Galleria dell’Impossible Partner Store di Maranello, non perdetevi l’inaugurazione della mostra personale della polaroider Silvia GiorgisE poi … rosso“, a cura di Eloisa Sturlese. Le polaroid dell’artista rimarranno in esposizione fino al 4 maggio.

Silvia al suo secondo portfolio istantaneo dopo “ il bianco cattura lo sguardo “ ci propone la sua visione “Rossa”, lasciato un sentire introspettivo e visionario ci trasporta in questo mondo di suggerimenti creati dalla contaminazione di immagine e titolo.

Il concetto di esordiente poco si adatta alle immagini di Silvia, lontana dalle esagerazioni mi permetto di dire che la fotografa è partita da una consapevolezza interiore che ha saputo trasmettere perfettamente nei suoi scatti.

Secondo alcuni parlare di “ colore rosso” sarebbe quasi pleonastico perché il rosso è il colore per eccellenza. L’archetipo del colore. Diversi miti raccontano di come la Terra all’inizio fosse rossa, oppure che Adamo sia stato modellato con argilla rossa. È dunque il colore dell’inizio, della vita. Il rosso è anche fuoco, creatore e distruttore.

Da qui la simbologia sempre ambivalente: vita e morte, amore e violenza, gioia e rabbia. Silvia rappresenta le ambiguità del rosso con un omaggio al mondo delle corse automobilistiche, cercando oggetti che rappresentano ed evocano significati visivi e sentimenti celati tra la pellicola e il cuore.

                                                                                                                                                                                                                                                                            Eloisa Sturlese

Silvia Giorgis, Torinese classe 1971, matura nel tempo una grande passione per la fotografia che la porta a sperimentare diversi mezzi espressivi fino ad approdare alla fotografia istantanea.

Rapita dalla unicità e dalla poetica della ” Polaroid ” si dedica per oltre un anno alla ricerca attraverso la sua SX70 realizzando il sui primo portfolio istantaneo ” Il Bianco attira lo sguardo ” esposto anche a Milano presso Lago store in occasione di ISO600 festival della fotografia istantanea 2012.

Le immagini di Silvia trascendono spesso il soggetto raffigurato per trasportare l’osservatore verso un contenuto piu sottile e pregnante.

Silvia Girogis ha esposto in diverse gallerie nazionali venedo in oltre selezionate per Paraphoto, sezione fotografica di Paratissima 2012 e Sottvuoto presso la Galleria Studio Raffaello Giolli a Milano.

Read Full Post »

Da venerdì 22 marzo a domenica 24, al Photoshow (Fieramilanocity – Piazzale Carlo Magno, 1 – ingresso Porta Teodorico, Milanopresso lo stand Impossible (padiglione 3, D-10/C-11), un ricco programma per gli amanti della fotografia istantanea: workshop, incontri, performance, la mostra di ben 23 artisti Impossible diversi e tanto altro ancora! Qui sotto il programma.

NON MANCATE!

Read Full Post »

Vi consigliamo vivamente di non perdervi la mostra di Paolo Minioni, dal titolo “Unica“. Fino al 16 marzo avrete la possibilità di ammirare le sue polaroid stenopeiche. Dove? Presso ABF | Scatola Chiara, Piccola Galleria per la Fotografia Storica e Contemporanea  (via Amedeo Peyron 17/E) a Torino.

invito_ABF 1

ABF | Scatola Chiara presenta la mostra fotografica dal titolo UNICA. Polaroid stenopeiche di Paolo Minioni, a cura di Daniela Giordi.

Paolo Minioni fotografa gli ambienti con i quali convive, attraverso questo rituale ha generato una stratificazione di immagini; l’esposizione è dedicata al tema
delle cose che assolvono alla funzione di contenitore, del “vaso” inteso anche
come orcio, scodella, ciotola, tazza. L’attenzione dell’autore è rivolta agli oggetti che
nella sua esperienza quotidiana adopera e vive, la predilezione per la tazza è anche
in riferimento alla fascinazione subita dall’autore dal rituale del tè nella pratica
orientale e in quella anglosassone. Dalla naturale tendenza ad accumulare le cose ed
una personale predisposizione ad usare il linguaggio fotografico, è nata un’opera che è
anche la costituzione di un catalogo: l’autore da oltre vent’anni cataloga fotografi-
camente.

Ogni immagine esposta è un unicum su polaroid realizzata tramite foro stenopeico, trattasi di ritratti di oggetti personali, ricordi intimi affetti da miopia, gesti
di rimozione.
Un elemento della poetica non solo formale dell’autore è il valore ricoperto nella storia
dell’arte dal tema iconografico scelto, anche se nell’opera del nostro fotografo i suoi
oggetti sono sempre solitari e mai contestualizzati.

Per la mostra le polaroid sono state inserite in piccole teche, con un richiamo
alle collezioni entomologiche così la Scatola Chiara viene adibita a piccolo museo del catalogo di unica fotografici, catturati da Minioni.

Paolo Minioni è nato a Verbania nel 1965 dove vive e lavora. Dal 1989 espone in mostre
personali e collettive in Italia e in Europa. Le sue immagini pubblicate in vari cataloghi
e riviste, sono presenti in diverse collezioni pubbliche e private.

Read Full Post »

Appassionati di fiori e polaroid,  non prendete appuntamenti per giovedì 7 febbraio ore 17,30, per l’inaugurazione della mostra HANAKOTOBA, istantanee nel linguaggio dei fiori, di Alan Marcheselli e Carmen Palermo.

Presso Spazio Eventi Top Market (Via A. Cecchi 69 br,  eventi@topmarketfotovideo.com, Tel: 010 553 6180) di Genova, da giovedì 7 febbraio fino a lunedì 4 marzo, secondo il seguente orario:

da lunedì a sabato 9.30 – 12.30, 15.30-18.30 – ingresso gratuito

 

“Hanakotoba” in giapponese significa “il linguaggio dei fiori”. La tradizionale attenzione per gli aspetti della natura tipica delle culture orientali venne filtrata dal simbolismo dell’Ottocento europeo rendendola parte della nostra cultura acquisita. Per cui, nel nell’immaginario collettivo, all’Alloro è collegata la Gloria, alla Rosa Rossa la Passione, al Girasole la Devozione e alla Margherita la Pazienza.

Le immagini minimaliste degli scatti di Marcheselli e Palermo permettono da un lato di lasciare libertà interpretativa allo spettatore e dall’altra recuperano filologicamente la sensibilità per gli aspetti lineari e formali tipici delle composizioni floreali orientali.

La mostra è interessante su un doppio registro: quello tematico e quello tecnico.

Quello tematico è volto a celebrare i fiori come espressione di forma, colore e sentimento; quello tecnico è importante perché le 30 opere presenti in mostra sono immagini realizzate con le nuove pellicole Impossible , create per sopperire al vuoto lasciato dalla chiusura di Polaroid nel 2007, e che possono essere utilizzate dalle vecchie macchine a sviluppo istantaneo create da Edwin Land nel 1950 e ancora oggi sul mercato.

Le opere di Alan Marcheselli e Carmen Palermo uniscono il ruolo creativo dello scatto unico alle tecniche di elaborazione creativa, sintomo della vitalità di cui gode ancora oggi il supporto a sviluppo immediato.

«si ambisce a innescare nello spettatore una riflessione che lo porti a cogliere pienamente la natura artistica di un oggetto fotografico d’autore. La copia unica è così l’espediente per ricondurre l’attenzione verso l’assoluta irripetibilità dello sguardo, nell’hic et nunc dello scatto fotografico e dell’artista che lo accompagna» – N. Pittaluga

Read Full Post »

Dal 25 al 28 Gennaio 2013 in contemporanea con Artefiera, Alan Marcheselli presenta la sua personale di fotografia istantanea, dal titolo QUESTE NON SONO FAVOLE. L’inaugurazione è fissata per venerdi 25 Gennaio 2013 alle ore 18.00, presso MuseOrfeoVia Orfeo 24 (Bologna).
Dal sito di Alan Marcheselli:
Giustizia e Verità © Alan Marcheselli

Giustizia e Verità © Alan Marcheselli

Testo critico a cura di Eloisa Sturlese

Queste NON sono favole ( Verità e Giustizia )

C’è una forte componente surrealista nell’immortalare le idee su pellicola trasfigurandole in bambole, ma ancora di più si vive un’emozione epidermica nel leggere, immagine per immagine, la trama di questa favola che, come da tradizione letteraria, termina con una morale o monito che dir si voglia;

“… in fondo a che serve mentire quando nessuno può la verità più dire ?”

Marcheselli attraversa trasversalmente il pop, il surrealismo e le atmosfere care a Tim Burton ( esaltate però da colori onirici quasi fantascientifici ) per creare una dimensione che sia, facilmente assimilabile e, al tempo stesso, sia lontana dalla realtà quotidiana, come un angolo di fantasia dove le idee prendono vita e si confrontano tra loro eternamente a far prevalere utopisticamente sempre i valori positivi.

Il supporto istantaneo è sì un amore incondizionato per l’autore ma è anche una scelta stilistica ragionata e voluta.

Grazie all’istantanea Marcheselli riesce a concretizzare, in una tangibile e preziosa serie di pezzi unici, l’aspetto irripetibile di ogni momento valorizzandolo sia come frutto della singola creazione del cuore che come risposta ad una serie di eventi fortuita e caotica, come se a sua stessa fotografia abbia le caratteristiche dei protagonisti delle sue favole. (Eloisa Sturlese)

La favola dietro le immagini ; Giustizia e Verità

Flebile il lamento che scosse la sua essenza, una preghiera per la sua presenza

l’idea lo percepì nell’io profondo e si mostrò nel deserto mondo.

In breve la scorse, figura adagiata nel nulla, anch’essa un idea, agonizzante fanciulla.

Giustizia, divina creatura le si parò al viso per recare conforto, ma tarda era l’ora e irrimediabile il torto.

Così altro non poté fare che vedere Verità tra le sue braccia spirare

Fu immensa tristezza a stringerle il cuore e a colmarle l’anima sincero dolore.

Avvolse Verità in un rosso sudario, la vegliò come se fosse una figlia e quello il suo calvario.

Presto sarebbe venuto il tempo di partire, allontanarsi da quel luogo deserto che aveva visto la verità morire.

Alla luce di un braciere si lasciò riscaldare cercando la forza per andare, così attardandosi vide la rossa creatura avanzare.

Di tanta meraviglia riempiva gli occhi Verità quanto questo abominio rivelava empietà, ma come defunto spirito ancora incarnato cercava di Giustizia la mano sul capo.

Le idee in fondo sono infinite, io e lei eravamo sorelle astri gemelli in un cielo di stelle.

Ma la triste creatura non recava bellezza alcuna, solo uno strano sentire,

come se in fondo la si potesse capire,

Giustizia tremando non si fece ingannare e forse per paura da li volle scappare.

Non c’è fine violento quando anche la logica ha un sentimento,

sola rimase Menzogna senza Giustizia e senza Verità, ora era la sola e unica realtà.

Le idee però sono creature strane vivono fino al compiersi delle loro brame,

in fondo a che serve mentire quando nessuno può la verità più dire ?

Menzogna dunque si arrese al suo fato e in cambio della sorella il suo spirito fu dato.

Ed ora e breve alla fine arrivare, tornò Giustizia per vedere Verità risvegliare.

Sono adesso come madre e figlia, due splendide idee che hanno fatto famiglia.

Siedono insieme nel luogo deserto, attendono che torni Menzogna con sorriso esperto.

butterfly effect

Butterfly Effect © Alan Marcheselli

tales untold

Tales Untold © Alan Marcheselli

Read Full Post »

Si inaugura venerdì 9 novembre alle ore 18.00 presso lo spazio Appartamento LAGO, sito a Milano in via Brera 30, la mostra (S)COMPOSIT, (s)composizione istantanee di Massimiliano Muner.

Il taglio sulla materia perpetrato da Fontana, il genio delle composizioni di Hockney e Galimberti, dall’alchimia di questi fattori nasce l’idea di utilizzare la Polaroid in maniera del tutto diversa e nuova: la scomposizione di un’opera, attraverso il taglio delle sue forme e la ricomposizione della stessa combinandone insieme i singoli elementi.

 

the conqueror of my dreams © Massimiliano Muner

 

Read Full Post »

Vi aspettiamo tutti i n Fnac Milano il 14 settembre alle 18.00

 

Read Full Post »

Older Posts »