Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Kite’

 

settimana#33

Le foto di questa settimana sono:

– Città d’agosto –  © Tiziano Terzi

Roma 1960.1 © Gianluca Ottone “Il Giallo”

Albufera © Alberto Oddolini

Alison G. © Lucia Semprebon

ZEIT GEIST – “Tempus fugit” © Franco Mammana “kite”

Per vedere queste e tutte le foto su polaroiders cliccate QUI 

Read Full Post »

settimana#19

 

Le foto della settimana sono:

“Haiku 7” © Maria Vodarich

“- バンビーノ! -” © Tiziano Terzi

“Simona #5” © Roberto Gandolfi

“Berck Plage (F)” © Franco Mammana (kite)

“Horizon II” © Brenda Vaiani

Guardate le foto in alta risoluzione qui.

Read Full Post »

Con grandissimo piacere segnaliamo l’imperdibile mostra del nostro polaroider Franco Mammana (kite) IO SONO L’ARCOBALENO DELLA NOTTE, dal 20 al 25 aprile presso Porta degli angeli (o Casa del boia) via Rampari di Belfiore (Mura di Ferrara di fronte al Parco Bassani), Ferrara.

Da oltre vent’anni corro all’inseguimento di festival e raduni internazionali di aquiloni in Italia, in Europa, nel Mondo: dove non sono arrivato con i piedi o con le mie macchine fotografiche sono arrivato con gli occhi dell’immaginazione, mai stanco di stupirmi di fronte allo spettacolo di questi oggetti volanti dalle forme, dalle dimensioni e dai colori più svariati, che fluttuano nell’aria sfidando le forze della natura.

Ho conosciuto personaggi di ogni genere provenienti da tutti gli angoli della Terra, mondi lontani e diversi accomunati dall’identica sfida: la fantasia e il volo.  

Racchiusa nell’essenza dell’aquilone in volo c’è la storia del suo costruttore, con le sue tradizioni e i suoi costumi, con la sua voglia di vivere e la sua dimensione interiore.

Una piccola metafora della vita affidata al vento nell’illusoria idea di libertà alla quale rimandiamo comunemente l’immagine dell’aquilone nel cielo: una “libertà condizionata” in realtà, legata a quel filo senza il quale l’aquilone non sarebbe in grado di volare, quel filo stesso che nella nostra quotidianità è costituito dall’intreccio di sentimenti e di valori che permettono alla nostra anima di elevarsi più o meno in alto.

Ed è con questo spirito che oggi presento una mostra un po’ speciale: 

UNA SERIE DI FOTOGRAFIE DI GRANDI DIMENSIONI (100 x 150 cm) abbinate A POLAROID E A IMMAGINI PANORAMICHE IN BIANCO E NERO INEDITE, non per raccontare come in precedenti occasioni la bellezza di questo mondo particolare ma per comunicare le mie emozioni dopo molti anni e innumerevoli festival con la testa e gli occhi rivolti al cielo a contemplare la straordinarietà di tante creazioni.

Bagliori notturni, lampi di luce e situazioni surreali: immagini suggestive che forse sfuggono anche alle fantasie più ardite realizzate con l’intento di toccarvi il cuore.

Cliccate qui per scaricare il Comunicato stampa.

Read Full Post »

Le foto di questa settimana sono:

“Una giornata al mare” © Francesca Leoni

“Smile Ass” © Johnny Viganò

“Personale e scanzonato, senza pudore, omaggio a Terry Richardson” © Guerne Marco

“Intima pelle 1” © Carola Ducoli

“PX680_Burano_001_mod” © kite

Guardate le foto in alta risoluzione qui.

Read Full Post »

Le foto di questa settimana sono:

“belle_epoque_px680_001” © Paolo Annibale

“IMG_0002” © Antonio Curcetti

“White Magic 01” © Maurizio Strippoli

“cherchez la femme !” © kite

“0024” © xingni

Guardate le foto in alta risoluzione qui.

Read Full Post »

Le foto di questa settimana sono:

“Patterns #1 (Copiare la natura, risolve tutti i nostri problemi).” © Matteo Capaia

“self-portrait with cigarette” © Pamela Testa

“Red Phantom Damsel” © Il Fabiuz

“Yle-brown” © kite

“ale18” © kathéuda

Guardate le foto in alta risoluzione qui.

Read Full Post »

Le foto di questa settimana sono:

“Afishinthemouth” © ouen

“Manichaeism [La tenebra]” © Cristina Altieri

“I love cookin’ #1 (My girlfriend loves cookin’ and I’m very happy.)” © Matteo Capaia

“Amiche di pelle” © Kite

“Lydia” © Agnès Weber

Guardate le foto in alta risoluzione qui.

Read Full Post »

Le foto di questa settimana sono:

“hand artists'” © Luca Peroni

“Bagno di sole” © kite

“Bouble Gmaes: Red in Tooth and Claw” © Antonio Curcetti

“The dryer – (my life)” © Paolo Tisato

“Punk!” © Chris

Guardate le foto in alta risoluzione qui.

Read Full Post »

Le foto di questa settimana sono:

“noia” © kathèuda

“5 ore e 13, nessun cambio” © Irene Sgarro

“le 3 ortensie” © matteo varsi

“Valentina” © kite

“body” © massimo dotti

Guardate le foto in alta risoluzione qui.

Read Full Post »

Per questo mese, dalla critica Caterina De Fusco è stata scelta la foto di Kite (Franco Mammana) “I cieli di Normandia”.

I cieli di Normandia © Kite (Franco Mammana)

I cieli di Normandia

Cieli di Normandia 002 di Kite La meraviglia è che il cielo può evocare, suscitare una sì vasta quantità di motivi ispiratori che, osservando il cielo, tutto può accadere.

Il cielo suggerisce, in maniera silente,ciò che nel visibile non siamo in grado di vedere. Le nostre percezioni terrene, infatti,ci distolgono, troppo spesso dalle nostra potenzialità di sognare.

Così, mirando il cielo, osservando le nuvole, i giochi di luce, i pieni, i vuoti, guardando prospetticamente dal basso verso alto, attraverso l’aria,l’etere possiamo entrare in contatto con un possibile volo della mente o, del cuore.

Aria, ossigeno, elemento base per la vita sulla Terra come per l’Universo tutto. L’aria può concretizzare nuvole, dissolverle, massificarle o, renderle impalpabili.

Aria, elemento invisibile che, invisibile si muove nello spazio.

Aria-spazio, binomio. Lo spazio o meglio il tempo è la “verità” che l’essere umano attraversa; l’uomo vive, in una realtà spazio- temporale.

E’ quest’ultima a segnare la sua esperienza, il suo percorso, il suo processo in “fieri”.

Kite propone un fotogramma, un dettaglio, un micro diquell’immenso cielo che ci ricopre, che ci sovrasta.

Scatta e, immortala un momento, un solo piccolo momento di un moto costante e, sempreterno.

Kite fissa un punto nel cielo, un piccolo, umilissimo punto che corrisponde a quel punto, da terra, con cui il suo obiettivo ha colto un microframmento.

Una profonda ombra compare in basso, sull’estrema sinistra, poi, quel buio, si squarcia facendo nascere il bianco di una nube, spessa che, con la sua massa, compatta illumina il cielo.

Ma Kite prosegue il suo sogno, insieme alla massa nebulosa coglie, sulla destra, linee chiare, che si stagliano nette sulla superficie del cielo; sono linee parallele a cui si interseca una linea longitudinale.

Kite coglie ,nel cielo, confronto tra una massa e una forma semplificata,costituita da linee pure , fatte di pura luce. Quest’immagine, un microgramma dell’infinito cielo, parla, racconta una storia, invisibile, impalpabile. Gli occhi umani hanno bisogno di scoprire, di capire, sentire quelll’infinito cielo che è sopra di noi; solo così potranno dare una loro personale, autentica forma, ai loro sogni.

Caterina De Fusco

Read Full Post »

Older Posts »